Immagine di Testata

La giunta comunale di Asciano, nella seduta dello scorso 4 giugno ha adottato una serie di provvedimenti di carattere economico allo scopo di contenere i disagi dell’emergenza e agevolare la più pronta ed efficace ripresa possibile dell’economia locale.


Nell’ambito turistico-ricettivo e per incentivare la presenza di ospiti nelle nostre belle strutture è eliminata per tutto il 2020 l’imposta di soggiorno; l’amministrazione continuerà comunque a garantire la promozione locale e la progettazione turistica.


Sempre per l’anno 2020 è previsto l’esonero dal pagamento dell’occupazione di suolo pubblico (COSAP) per le imprese di pubblico esercizio, per le attività commerciali e artigianali, anche con riferimento ad ampliamenti delle superfici già concesse e alle nuove concessioni.
Per favorire il rilancio turistico e la realizzazione delle attività estive sono inoltre esonerate per l’anno 2020, dal pagamento dell’occupazione di suolo pubblico, le associazioni del terzo settore per l’effettuazione di manifestazioni con somministrazione di alimenti e bevande.


Sono posticipate al 30 settembre e al 30 novembre le rate della TARI 2020 la cui scadenza era prevista rispettivamente ad aprile ed ottobre. Inoltre l'Amministrazione si riserva la possibilità di effettuare riduzioni del tributo calcolato sulla tariffa 2019 per le utenze non domestiche da individuarsi con successivo atto.


Si tratta di misure che diventeranno strutturali –  ha spiegato il sindaco Fabrizio Nucci –  perché il taglio delle tasse è l’unica cosa concreta che possiamo fare per sostenere le attività produttive in questo periodo di difficoltà economica creato dall’emergenza epidemiologica Covid -19”.
L’amministrazione comunale – prosegue il sindaco Nucci – si farà carico di queste minori entrate  in attesa e nella speranza di aiuti concreti da parte del governo".